Outlet camere da letto

Comprare in outlet  camere da letto  può dare grandi soddisfazioni: affari d’oro a prezzi ridottissimi, interi villaggi dedicati ai vostri brand preferiti…

 ma spesso non va come si è preventivato e si ritorna a casa con le pive nel sacco o con acquisti di cui non si è pienamente convinti, o – peggio ancora –  con il broncio perché la persona che vi accompagna si è stancata e vi ha trascinate via dopo l’ennesimo giro improduttivo.  la prossima volta che pianificate una gita in un outlet vi conviene avere a portata di mano questo post, frutto di anni di shopping pianificato della sottoscritta

ecco la lista delle regole e dei trucchi da applicare prima e durante la vostra escursione in outlet.  comprare in outlet: cose da fare prima    decidete la destinazione: un outlet non vale l’altro e spesso scegliere il più vicino non sempre è la cosa più sensata da fare.

cercate il giusto equilibrio tra distanza e presenza dei brand che più vi piacciono e pianificate il viaggio.   decidete la data: anche in questo caso, prima non è necessariamente meglio. molto spesso gli outlet fanno delle promozioni che durano soltanto un weekend e che riguardano gli accessori, l’abbigliamento donna, uomo, le scarpe (come il fidenza village ha fatto a marzo).

la presenza di una promo è un altro fattore che vi aiuta a scegliere. seguite la pagina facebook degli outlet che preferite, è il modo migliore per essere sempre aggiornate.  decidete un budget massimo: non è per fare i conti in tasca a qualcuno, ma se disponete di finanze illimitate, difficilmente vi verrà in mente di andare in outlet. sarà più difficile essere attratte da cose che francamente non vi servono se decidete a priori quanto potete / dovete spendere. 

decidete cosa veramente vi serve: aprite l’armadio e fate una lista di cose che vi servono davvero. è ora di un nuovo trench? di una borsa blu? di nuove sneakers? meglio sapere prima di cosa si è a caccia, altrimenti vagherete senza meta e comprerete cose a fine giornata prese dallo sfinimento.  studiate la mappa. tutti gli outlet hanno sul sito l’elenco di marchi e la piantina. localizzate i negozi che non volete assolutamente perdervi e costruitevi un itinerario ideale.

per primi i negozi che vi interessano davvero, poi tutti gli altri.   studiate i trend di stagione: per fare acquisti “strategici” ed evitare di comprare cose decisamente fuori trend o di collezioni troppo vecchie. in teoria, in outlet trovate le collezioni dell’anno precedente ma… da dove credete che vengano le occasionissime all’80% di sconto?   vestitevi per fare shopping. non indossate jeans, maglietta, sciarpa, cardigan, giacca, cappello e chi più ne ha più ne metta. sono cose che vi faranno perdere voglia di vivere e tempo prezioso quando siete in camerino e dovrete spogliarvi e rivestirvi.

l’abbigliamento ideale: un abitino senza cerniere o bottoni facile da sfilare e le scarpe che usate di più. anche se la tentazione di andare in outlet in sneakers è forte, pensate a come starebbero male con i capi che avete intenzione di comprare. a meno che l’obiettivo non sia comprare una tuta. comprare in outlet: cose da fare durante    Andare al centro informazioni: le cose che sto per dirvi potreste anche trovarle sul sito, ma meglio chiedere, non si sa mai. Chiedete se c’è una tessera fedeltà che da diritto ad ulteriori sconti o servizi fedeltà collegati.

Chiama Ora
Whatsapp
Email